Come piacere a tutti in 5 minuti

Spread the love

Autore: Leil Lowndes

Editore: Gaffi

Pubblicazione : Dicembre 2014
20151126_222644
Buonasera a tutti, per chi pensa che la crescita personale sia solo fatta di ipercontrollo emozionale e noiosi libri psico-tecnici, voglio consigliare questo libro che propone

96 trucchetti per essere disinvolti in ogni circostanza e lasciare una buona e duratura impressione

Il semplice ma efficace trucchetto che l’autrice ha utilizzato per rendere piacevole la lettura è quello di accompagnare ogni “tecnica” con un ipotetica situazione in cui lei stessa abbia imparato tale lezione. Lungi da me domandarmi se questa è stata una mera scelta editoriale o se (almeno in parte) le situazioni descritte siano reali, resta il fatto che questa impostazione permette al libro di scorrere piacevolmente e lasciare comunque impresso il “metodo” proposto.

La presentazione dei trucchetti è suddivisa in dieci differenti capitoli (~ 10 tecniche ognuno) in base alla sfera personale che si vuole interessare. In particolare il libro si sofferma su:

  • Impatto visivo.
  • Primo contatto e saluti.
  • Parlantina
  • Stare con gli altri.
  • Gestire le persone.
  • Essere disinvolti.
  • Cose da non fare.
  • Impressione via E-mail.
  • Impressione via telefono.
  • Approfondire relazioni.

Come è lecito attendersi non tutti i consigli sono realmente utili, totalmente nuovi o basati su esperimenti scientifici ma vale la pena provarli anche solo per il gusto di testare da soli la loro efficacia.

Io l’ho acquistato quest’estate e l’ho letto in una giornata ma ovviamente ho atteso a recensirlo perché volevo prima  testare personalmente TUTTI e 96 i trucchetti.

Non voglio raccontarveli tutti quindi vi riassumerò i due che mi hanno colpito di più, nel bene o nel male. L’ordine di posizionamento è puramente casuale!

  1. Concludere le proprie mail con il nome dell’altro/a. Proprio così, non c’è cosa più rispettosa e confidenziale per l’interlocutore che leggere il proprio nome a chiusura della mail (la perfezione vorrebbe che fosse proprio l’ultima parola!).
  2. Sarà banale ma non mi sono sentito di testare questa tecnica con una mail formale al mio dirigente ma l’ho provata con un collega con il quale avessi una confidenza tale da potergli chiedere che effetto gli avesse fatto. La risposta è stata sorprendente perché sebbene abbia ammesso che alla prima lettura non ci avesse fatto caso, poiché era una mail di lavoro con alcune indicazioni da seguire, alla terza-quarta lettura ci ha fatto caso e superata l’iniziale diffidenza (Zona di Confort docet) si è sentito stranamente orgoglioso di quel trattamento (parole sue!!).

  3. Fate apparire positivamente il vostro amico/a. Lo ammetto qui le donne partono nettamente avvantaggiate perché è evidentemente una cosa per loro istintiva parlare bene delle loro amiche agli altri (non vorrei essere nei panni di chi non lo è però!!) mentre per gli ometti questo e sempre più difficile perché istintivamente viene visto come un gesto che mina la loro mascolinità. Proprio per questo però penso che sia proprio per loro che questa tecnica possa portare i migliori benefici, soprattutto se la cosa viene fatta senza accordi preventivi e senza attendersi reciprocità.
  4. Quando ho iniziato a testare questa tecnica ho notato un effetto immediato sull’amico mentre non posso valutare con onestà l’effetto che ha suscitato sul resto del gruppo perché non ho una controprova di come sarebbe andata la serata se non lo avessi fatto (d’altronde non ero un asociale già prima di usare questa tecnica!!)

Se questa recensione vi ha incuriosito e pensate di comprarlo usate il link sottostante.
Vi saluto e vi do appuntamento alla prossima recensione.

 

Lascia un commento

Posted by: FB on Category: Recensione Libri, Recensioni

Tag:, , ,